Chi conta le pecorelle chi le bottiglie di plastica
21 Marzo 2019
UNA BOTTIGLIA DI PLASTICA NON E’ SOLO UNA BOTTIGLIA DI PLASTICA
3 Luglio 2020

AUSTRALIA BRUCIA. E’ come una bomba atomica. Di chi è la colpa?

Onde alte fino a 70 metri, sono quelle di fuoco che devastano l’Australia. Dopo il Brasile, la California ora l’Australia… ora non possiamo altro che dire la nostra casa é in fiamme. 

A bruciare boschi, case, vite e i cuori di tutti noi che siamo chiamati a cambiare le nostre abitudini inquinanti, il nostro stile di vita sprecone che ci ha snaturato. 

É vero che le temperature dell’Australia dal 1910 a oggi si sono sempre alzate. Che laggiù il Natale sfiora sempre i 40 gradi. Che gli incendi boschivi nati per cause naturali o umane ci sono sempre stati. Ma mai i nostri occhi né quelli dei nostri nonni o avi si sono mai commossi di fronte cieli d’arancione bruciato e nuvole di polvere con venti scottanti e impetuosi.

La causa scatenante il cambiamento climatico! Temperature sempre più alte, siccità e venti altrettanto caldi che dall’India non mitigano i 40 e più gradi celsius. Da settembre sono 60mila i chilometri quadrati arsi, 2000  le abitazioni distrutte, 1000 i turisti e residenti evacuati, 24 le persone morte tra cui 3 vigili del fuoco volontari. 3000 i militari delle riserve mobilitati eppure siamo in piena crisi, le autorità confermano: la situazione durerà per mesi.

Tra Siberia, Amazzonia, California e Australia il nostro pianeta Terra é andato in fiamme per 350mila ettari. E le scottature le sentiamo a milioni di chilometri di distanza, fino dentro alle nostre case o al supermercato quando decidiamo di comprare l’ennesima bottiglia d’acqua in plastica. Siamo tutti chiamati a metterci in discussione e sconvolgere le nostre abitudini prima che anche il nostro cuore diventi tanto arido come la terra bruciata. 

Partiamo dalle nostre abitazioni, dai nostri gesti più semplici come quelli che compiamo per bere. Decidere di passare all’acqua di casa sempre, ogni minuto della nostra vita, é il primo degli atti più responsabili che possiamo fare per invertire la rotta di questo nefasto cambiamento climatico che inizia a scottarci. Invertire la rotta, dotarsi di un filtro come Brita o Uno Profine per bere l’acqua di casa é l’inizio che ognuno di noi deve imporsi per non bruciare dentro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *