Pfas e venditori porta a porta: ecco come tutelarsi
10 novembre 2017
Dichiarato lo stato di emergenza PFAS
23 marzo 2018

Acque della salute? No, l’acqua è salute!

Non c’è programma televisivo o radiofonico che non venga interrotto da pubblicità. A volte purtroppo i réclame possono trarre in inganno chi li ascolta. È questo l’esempio delle “acque della salute”. Acque in bottiglia che vantano proprietà terapeutiche. Quando invece la soluzione è semplicemente l’idratazione in sé.  Senza contare che si può avere la stessa tipologia di acqua direttamente dal rubinetto di casa aiutando così anche la salute dell’ambiente.

Attenti agli slogan. “Bevi … e fai tanta plin plin”, “… e … acque della salute”, “Acqua … giovani fin da giovani”, “… l’acqua che elimina l’acqua”… e così via. Quante volte al giorno sentiamo questi slogan. Se ci aggiungiamo “stimola la diuresi”, “con poco sodio”, “contrasta la ritenzione idrica” e “aiuta a depurare l’organismo dalle scorie”, sembra che queste acque dovremmo comprarle in farmacia piuttosto che al supermercato. Quasi come se bevendo questa o quell’altra marca fossimo tutti in gran forma. Diciamo che una parte di verità c’è: bere acqua fa bene! Fate attenzione abbiamo scritto “bere acqua” senza indicare che tipo. Bene, la vera cura è l’acqua in sé.

Non tutte le acque sono uguali ma tutte sono “terapeutiche”.  Diciamoci la verità, almeno una volta nella vita tutti abbiamo sentito un medico dire “bisogna bere almeno 2 litri di acqua al giorno”. Tenersi idratati è la prima cosa per migliorare il nostro fisico. La pelle diventa più luminosa, ci si depura e si combatte la ritenzione idrica. D’accordo ci sono acque più o meno leggere, con residuo fisso differente, ma tutte svolgono questa funzione e di certo tutte fanno fare plin plin. Ma chi di noi sa che l’acqua preferita può uscire direttamnete dal rubinetto?

Bevendo dal rubinetto si beve di più. Chi ha provato a bere solo del rubinetto ha notato subito che beve di più. Infatti non si ha paura di finire le bottiglie e si ha la comodità di un’acqua sempre a disposizione. Inoltre grazie a prodotti per l’acqua da bere, si può avere l’acqua preferita direttamente a casa. Ad esempio Zero di Profine rende l’acqua leggera come molte marche famose per le loro pubblicità. Senza comprare bottiglie di plastica. L’acqua di casa nostra è sicuramente buona e sicura grazie anche a questi prodotti ed è “terapeutica” anche per il nostro portafoglio visto che si risparmia almeno 400,00 euro all’anno.

E allora? Chi crede ancora negli slogan dell’acqua in bottiglia?

 

2 Comments

  1. Federica ha detto:

    Sono d’accordo, ma esistono delle acque speciali per le occasioni uniche o perche’ sono terapeutiche.

  2. baccio ha detto:

    Di certo speciali debbono essere visto che alla fonte grezza l acqua costa 1 euro per 1000 lt e una volta imbottigliata viene venduta mediamente a 390 euro ovviamente bottiglie comprese.
    per la parte terapeutica diciamo che rispettano limiti superiori di 10 volte in alcuni casi come l arsenicoo altri parametri semplicemente non sono analizzati ed esibiscono certificazioni di alcuni anni prima.
    La filiera della distribuzione non è assolutamente in grado di garantire la salubrità considerando anche i fenoftalati contenuti nell involucro e la sua permabilità all aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *