LASCIO TUTTO E MI TRASFERISCO A LAMPEDUSA
3 settembre 2018
La balena blu fatta da 400 mq di rifiuti
20 settembre 2018

#Brescia #Vicenza e #Padova
attenti ai rubinetti

L’acqua nel suo percorso verso le nostre case incontra spesso ospiti indesiderati. Le cronache di #Brescia e #Vicenza raccontano spesso di nuovi “inquinamenti” nelle falde e nell’acqua potabile. Ci sono elementi che nemmeno la clorazione degli acquedotti può eliminare. Bisogna fare anche attenzione alla cura di tubature, rompigetti ed eventualmente dotarsi di sistemi che aiutino a sconfiggere le problematiche legate all’acqua di casa.

Batteri, arsenico, nitrati, pesticidi, PFAS sono solo alcuni degli inquinamenti che hanno ricoperto le pagine dei giornali in questi anni. Zona che vai acqua che trovi e inquinamento pure. Ecco quindi che ogni volta che apriamo il rubinetto di casa ci assalgono mille dubbi:  cosa mi succederà se bevo l’acqua di casa mia? La prima reazione è quella di correre al supermercato e comprare l’acqua in bottiglia. Ma non è la soluzione.

Per assurdo chi compra acqua in bottiglia perché non si fida di quella del rubinetto, la utilizza esclusivamente per bere. Pochi, quasi nessuno, cucinano con le bottiglie. La credenza infatti è quella che con il calore gli ospiti indesiderati spariscano. Niente di più sbagliato. Le uniche sostanze che possono sparire con la bollitura sono i batteri, tutto il resto resta, anzi in alcuni casi la concentrazione aumenta.

Per potersi fidare dell’acqua, ci sono delle soluzioni ad hoc. Dei sistemi da sottolavello di rapida installazione dedicati a ogni singolo problema, ma mi raccomando scegliete solo aziende serie come la think:water e Profine. Il Kit Arsenic, nemico dell’arsenico. Il Kit Nitates, avversario dei nitrati. Il Kit PFAS antagonista dei perfluoalchilici. Zero, l’osmosi inversa che agisce anche su pesticidi, calcare, inquinanti e batteri. Tutti made in Italy eliminano anche sapori, odori indesiderati e il cloro.

Oltre a dotarsi di sistemi da sottolavello è opportuno anche tenere l’impianto in buone condizioni. Bisogna prestare attenzione a tenere puliti  rubinetti soprattutto nella parte del rompigetto. Nemiche della salute delle tubature sono anche le incrostazioni. Infatti anche qui possono annidarsi ospiti indesiderati. Un aiuto arriva dall‘utilizzo a monte di un addolcitore. Ad esempio AMBROGIO di Profine®. ha dimensioni ridotte e un sistema di intelligence che permette di risparmiare acqua e sale calcolando automaticamente i consumi della casa.

Potersi fidare dell’acqua del rubinetto è quindi facile. Basta capire la “salute” dell’impianto, la qualità dell’acqua e poi utilizzare il sistema giusto. L’allarme lanciato dalle cronache si risolve in casa… addio paura!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *