I buoni propositi per il 2017 te li diamo noi!
29 dicembre 2016
Nelle regole del tè fate attenzione all’acqua!
8 marzo 2017

Non fatevi rovinare i momenti felici dall’acqua dura

Aspirapolvere, lavastoviglie, lavatrice, robot da cucina… ogni elettrodomestico che ha fatto la sua comparsa nella storia ha reso più facile le mansioni domestiche. Tra questi troviamo anche l’addolcitore.
Il calcare è il nemico delle pulizie. Chi ogni giorno si occupa della casa sa che uno dei nemici contro cui deve combattere è il calcare. Macchie bianche che invadono rubinetti e lavelli. Lavastoviglie e lavatrici incrostate. Stoviglie poco brillanti. Tessuti induriti e con cattivo odore. Tutto questo si traduce in strofinare, costose manutenzioni e spreco di detersivo.
Il calcare è il prodotto dell’acqua dura. Il calcare è il prodotto dell’acqua dura, cioè quella che contiene elevate concentrazioni di calcio, magnesio e altri minerali. Le macchie bianche che si vedono sulle superfici sono causate dall’acqua che durante l’asciugatura evapora, portandosi via solo i componenti volatili e depositando i pesanti come appunto il calcare. A lungo andare questi depositi causano incrostazioni che possono compromettere la durata di molti elettrometrici. Inoltre il calcare limita il potere pulente dei detersivi.
Il calcare rovina i vostri momenti di festa. Immaginate. Avete degli ospiti a cena, estraete dalla lavastoviglie i calici delle “occasioni speciali” e… eccolo lì che vi attende: un alone ben visibile. Decidete quindi di passarli sotto l’acqua, provare ad asciugarli a mano, strofinando per avere la giusta lucentezza. Intanto avete già perso tempo sulla tabella di marcia. Vi ricordate poi che dovevate stendere il bucato. Andate in lavanderia, aprite il cestello della lavatrice e prendete gli asciugamani. Non vi sembrano puliti abbastanza e nonostante l’uso dell’ammorbidente non hanno ne un buon odore ne la giusta morbidezza. Provate quindi a rilavarli usando più detersivo. Ora resta solo da pulire il bagno. Buttate l’occhio su rubinetti e cabina doccia: sono davvero poco presentabili con tutti quelle macchie bianche. Ecco quindi che dovete iniziare a strofinare usando prodotti aggressivi. Risultato: avete impiegato un’intera giornata a strofinare e a rilavare per far scomparire il calcare “visibile”, arrivando a cena distrutti.
Il calcare invisibile minaccia la vita degli elettrodomestici. Se questi, appena descritti, sono gli effetti palesi, ce ne sono altri meno evidenti. L’acqua che crea calcare sulle superfici visibili, è la stessa che alimenta elettrodomestici e caldaie. A ogni utilizzo il calcare si deposita al loro interno formando incrostazioni che compromettono la loro vita. Diventa quindi necessario provvedere a costose manutenzioni.
Un addolcitore è la soluzione adeguata. Tutto questo può essere evitato dotandosi di un addolcitore. Un sistema da installare all’ingresso della rete idrica domestica che riduce la durezza dell’acqua. Dal 2009 è obbligatorio, per gli impianti di nuova costruzione e in ristrutturazione, in presenza di acqua dura (sopra i 25 °f) averne uno. Ultimo uscito nel mercato AMBROGIO di Profine®. Di ridotte dimensioni, ha un sistema di intelligence che permette di risparmiare acqua e sale calcolando automaticamente i consumi della casa. Inoltre con l’utilizzo di un addolcitore ogni famiglia può risparmiare 300 euro all’anno tra risparmio di energia e detersivi. L’addolcitore diventa quindi un aiuto prezioso per le nostre tasche e per la vita domestica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *