L’osmosi inversa fa bene: lo dicono “Le iene”
3 luglio 2015
Ghiacciai e il business dell’acqua in bottiglia
23 febbraio 2016

4 milioni di tonnellate di CO2 in meno nell’aria scegliendo l’acqua del rubinetto

Ormai tutti sanno che eccessive emissioni di CO2 nell’aria hanno effetti negativi sulla buona salute del nostro Pianeta. Non tutti sanno che bevendo l’acqua del rubinetto possiamo evitarne 4 milioni di tonnellate.

La CO2 è un gas serra. La CO2 è un elemento naturalmente presente nell’atmosfera. Anche noi quando respiriamo emettiamo CO2, ovvero anidride carbonica, che viene poi ritrasformata dalle piante in ossigeno. Inoltre essendo uno dei gas serra aiuta la termoregolazione della Terra. Fin qui tutto sembrerebbe positivo.

Le attività dell’uomo emettono grosse quantità di CO2. Lo sarebbe se l’uomo nel corso degli anni non avesse cominciato a servirsi di combustibili fossili per le sue attività industriali e per i trasporti. Queste sostanze contengono CO2 e una volta bruciate la rilasciano nell’aria. Infatti quando si pensa all’industria la prima immagine che ci viene in mente è una bella fabbrica con una ciminiera fumante. In quel fumo c’è anche anidride carbonica che arriva fino all’atmosfera aumentandone la quantità più del necessario e contribuendo al surriscaldamento globale del Pianeta.

Gesti buoni per il Pianeta. Ci sono dei piccoli gesti che tutti possiamo compiere per diminuire le emissioni di CO2. Al di là dei più ovvi come usare di meno la macchina, o automobili con motori non truccati e realmente green;  ce n’è uno a cui non pensiamo ma che può essere utilissimo: bere l’acqua del rubinetto!

L’impatto di emissioni dell’acqua in bottiglia. Una famiglia di 4 persone beve circa 1314 di bottiglie d’acqua all’anno. Per le quali vengono emessi nell’ambiente 268 kg di CO2, se a questi si aggiunge il quantitativo rilasciato dal trasporto per averle sopra la tavola i numeri diventano incredibili. Infatti per ogni litro di benzina consumato il rilascio è di circa 2,4 kg, per uno di Gpl 1,6 kg, il metano ne emette 2,7 kg e il gasolio 2,6 kg. Quindi se tutta l’Italia bevesse acqua del  rubinetto 4 milioni di tonnellate di CO2 non andrebbero a infittire lo strato atmosferico. Pensate che queste quantità verrebbero moltiplicate se mettessimo in tavola una bella caraffa di acqua viva che non è solo a km 0 ma a metro 0, visto che per averla basta aprire il rubinetto della cucina e non andarla a prendere al supermercato dove è arrivata da chissà dove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *