L’acqua virtuale: l’acqua che si consuma ma non si vede
5 marzo 2015
4 milioni di tonnellate di CO2 in meno nell’aria scegliendo l’acqua del rubinetto
21 ottobre 2015

L’osmosi inversa fa bene: lo dicono “Le iene”

Anche il noto programma televisivo “Le Iene” rettifica le informazioni sbagliate. Avevano mandato in onda un servizio che attribuiva ai sistemi di osmosi inversa il “potere” di demineralizzare totalmente l’acqua e di renderla quindi non potabile e imbevibile, ma l’osmosi inversa non demineralizza mai!

I CIARLATANI METTONO IN CATTIVA LUCE L’OSMOSI. Nel filmato si vedono due venditori porta a porta, poco affidabili (n.d.r.),  che dimostrano con il giochino dell’elettrolisi come i loro macchinari a osmosi inversa tolgano tutte le sostanze pericolose dall’acqua e, purtroppo, non solo quelle. L’acqua uscita dal loro giochino risultava demineralizzata e quindi non bevibile. Ma la loro è una tecnica ingannevole. Di fatto non è vero che l’osmosi non toglie tutti i sali minerali. L’osmosi inversa non è una bufala, spiega sempre Le Iene, e non demineralizza mai l’acqua, aggiungiamo noi!

L’OSMOSI INVERSA NON DEMINERALIZZA MAI. Chi da anni lavora nel campo del trattamento acqua e ha maturato una consolidata esperienza conosce molto bene la differenza tra osmosi inversa e demineralizzazione. Dotarsi di un sistema ad osmosi inversa è decidere di bere un’acqua leggera direttamente dal rubinetto di casa. E attenzione leggera ma mai priva di sali! L’acqua priva di sali si chiama infatti acqua demineralizzata e – tutti lo sanno –  viene usata dalle industrie o quando si stira e non si vuole rovinare il ferro da stiro. Ma mai per bere! L’osmosi inversa è un’invenzione dei giorni d’oggi che permette di regolare la quantità di sali presenti nella tua acqua. Regolare e non eliminare! Tant’è che una persona abituata a bere una determinata etichetta d’acqua leggera può addirittura farla uscire con lo stesso residuo fisso dal rubinetto di casa.

L’OSMOSI INVERSA FA BENE. L’osmosi inversa é un valido aiuto usato in tutto il mondo per fare della propria acqua di casa un’acqua buona, sicura e leggera da bere.  Dosando la quantità salina desiderata nell’acqua in uscita è possibile quindi migliorala e passare definitivamente all’acqua di casa. Una scelta sostenibile, facile e economica, preferita dappertutto e che nel nostro paese stenta ancora a decollare. Che forse si tratti di cattiva informazione?

LE TRUFFE SI POSSONO EVITARE. Quando un venditore porta a porta si presenta a casa vostra proponendovi un sistema a osmosi inversa o qualsiasi altro sistema, avete tre armi fondamentali per capire la sua serietà. Controlla che l’azienda produttrice sia iscritta a Aqua Italia, sia almeno certificata TUV Iso 9001 e che abbia le attestazioni del Tifq di conformità DM 25 per prodotti per acqua da bere. Questi tre enti: Aqua Italia, TUV e Tifq monitorano dalla qualità del prodotto alla gestione dell’azienda e alla scelta dei materiali. Infine, un consiglio che vale sempre, cerca solo prodotto Made in Italy!

 Potete vedere il video di “LE IENE” cliccando qui.

 

 

 

 

 

1 Comment

  1. Depuratori acqua ha detto:

    Ricordo di aver visto in diretta il primo servizio delle Iene sull’osmosi inversa, ma non ero al corrente della loro rettifica… Ottimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *